TRA TERRA E ZOLFO - MINIERA DI CABERNARDI

Tuffati nel passato e rivivi il fascino della tradizione tra ‘800 e ‘900. Un percorso guidato attraverso il Museo delle Arti e Tradizioni Popolari ed il Parco ArcheoMinerario ti porterà alla scoperta del mondo del lavoro e del folklore nel territorio sassoferratese. Al termine, tutti a cena in un locale che propone una ricca degustazione di specialità locali.

  • Lasciati sorprendere da un percorso fatto di memoria e tradizione nelle sale del Museo delle Arti e Tradizioni Popolari, immerso nel bosco urbano di Sassoferrato.
  • Vivi un’esperienza di visita unica nel suggestivo scenario del Parco ArcheoMinerario di Cabernardi e scopri il villaggio dei minatori di Cantarino.
  • Degusta i prodotti tipici del territorio.

Punto I.A.T. Sassoferrato
Piazza Matteotti, 5, Sassoferrato, AN, Italia

Si consiglia di parcheggiare l’auto in Via Cardinale Albornoz

Accompagnatore Turistico Abilitato per tutta la durata dell’itinerario

Cena lungo la via principale del Paese di Cabernardi “Via Contrada Nuova”

Assicurazione medico bagaglio

4 ORE

Itinerario da 2 a 25 persone

Acqua

Scarpe da ginnastica

Ulteriori informazioni

Su uno sperone di roccia, nel cuore del bosco urbano di Sassoferrato, sorge Palazzo Montanari, edificio storico costruito intorno all’anno Mille come fortilizio, oggi sede del Museo di Arti e Tradizioni Popolari di Sassoferrato. Un percorso guidato fra le sue sale è il punto di partenza di questo itinerario alla scoperta della cultura locale nelle sue molteplici declinazioni: gli oggetti del vivere quotidiano, le tradizioni popolari e gli antichi mestieri.

La seconda tappa del viaggio ti condurrà lungo una strada costellata da rocche e santuari, fino al villaggio di Cantarino, edificato nel 1919 appositamente per i minatori della Miniera di Cabernardi. Dopo una cena a base di prodotti tipici del territorio, il percorso si concluderà con la visita al Parco ArcheoMinerario. Immerso in un suggestivo scenario naturale, potrai osservare le strutture e gli impianti per l’estrazione dello zolfo: i calcaroni, i forni Gill, le gallerie di servizio e l’ingegneristico pozzo Donegani.

Prenota subito la tua visita guidata!